La morfopsicologia

· 3 min per leggere
La morfopsicologia

Attraverso la forma del viso si possono decifrare i pensieri e i sentimenti delle persone

Nella morfopsicologia le tipologie si combinano e bisogna quindi cercare il fattore psicologico che ne determina la presenza.

  • Il piano superiore: informazioni sul controllo organizzativo dell´intelletto.
  • Il piano medio: informazione sulla direzione in cui l’affettività orienta il comportamento.
  • Il piano inferiore: informazioni sulla potenza di cui dispongono intelletto ed affettività per manifestarsi.
    Predominio della faccia: molto sviluppata con modellato sodo, angoloso e fronte assottigliata indica personalità molto incisiva nell´azione, con una individualità che si oppone all´ambiente – poco riflessivo.
    Predominio del cranio: fronte sviluppata e faccia sottile indica sproporzione fra pensiero ed azione.
    Retrazione frontale accentuata: indica soggetto solitario, intollerante. Non si pone mai nei panni degli altri.
    Modellato ondulato: con vestiboli trincerati a metà (unione di sporgenze e retrazione) indica forte individualità ed armonia, capacità. Organizzative e ordine mentale.

Caratteristiche morfologiche della ciclotimia: il modulato varia in base alle oscillazioni attivo – depressive.

La mf. dei bambini: affetto = dilatazione

L´evoluzione del bambino è determinata da due ordini di forze: le proprie
Dell´organismo e quelle dell´ambiente in cui vive.
Dilatato = azione, allungato = creatività.

  • La lotta fra l´ambiente e l’individualità si riconosce nella retrazione (limitazioni imposte dall´ambiente).
  • Faccia dilatata: bambino docile, volonteroso, pratico e memorizzatore.
  • Sporgenza facciale: l’immobilità imposta dai ritmi e regole della scuola porta il bambino ad una sofferenza, lui vuole apprendere giocando, è precoce ed intellettuale.
  • I bambini dilatati essendo concreti e dinamici non dovrebbero essere indirizzati verso studi astratti.
  • Ai bambini assottigliati non bisognerebbe chiedere di indirizzare le proprie risorse verso la manualità o all´azione fine a sé stessa.

Regole generali:

  • Dilatazione e tonicità: grande attività, potenza negli impulsi.
  • Sporgenza facciale: slancio e incitamento all´azione concreta.
  • Affinamento: duttilità, con sporgenza facciale: rapidità decisionale.
  • Retrazione frontale: controllo degli impulsi.
  • Dilatazione del piano superiore: il sentimento guida la caratterialità.

Il leader:

  • Unione di dilatazione e tonicità, potenza sotto controllo.
  • Sporgenza facciale, slancio comunicativo.
  • Retrazione frontale accennata, padronanza di sé.
  • Modellato ondulato, sensibilità sotto controllo.
  • Equilibrio fra attività fisica ed intellettuale, definiscono l´uomo in grado di assumere iniziative e grandi responsabilità.
  • Rughe sul viso, sono nel leader cicatrici emotive vissute.

Psicosomatica:
Nesso diretto fra corpo e personalità. Il nostro corpo comunica più delle parole.

Definizione delle personalità nella morfopsicologia:

  • Il tiroideo: iperattivo, cavallo da corsa.
  • L´ipofisario: la ricchezza spirituale.
  • Il surrenale: esecutore, cavallo da tiro.

Tipo tiroideo:

  • Sistema pilifero: capelli fini, pochi peli sul corpo.
  • Lineamenti: fini, modellati, belli.
  • Occhi: prominenti e grandi.
  • Denti: piccoli e ravvicinati.
  • Collo: sottile e largo.
  • Torace: lungo e snello.
  • Tende ad ingigantire i problemi.
  • Nelle donne, seni piccoli e ben formati.
  • Addome: lungo e snello.
  • Organi genitali: medie dimensioni, grande sensibilità.
  • Estremità: dita ben formate, mani graziose.
  • Sempre in movimento, fisico e mentale.

Tipo surrenale:

  • Sistema pilifero: capelli, ricci e spessi, spessi ed abbondanti i peli sul corpo.
  • Lineamenti: marcati e grossolani.
  • Occhi: pupilla piccola e fotosensibile, iride fortemente pigmentata.
  • Fronte: bassa, delineata dai capelli.
  • Naso: grandi narici e volume.
  • Labbra: leggermente negroidi e colorite, piene.
  • Palato: a volta bassa.
  • Cranio: mascella inferiore marcata e prominente, tempie larghe.
  • Orecchie: lobi spessi.
  • Pelle: secca, spessa e calda.
  • Collo: taurino, spesso e corto.
  • Torace: polmoni e cuore prominenti, vasto e profondo il petto.
  • Addome: prominente, grosso e lungo.
  • Buon esecutore.
  • Organi genitali: voluminosi.
  • Estremità: dita e alluci corti e grossi, unghie spesse e corte.

Tipo ipofisario:
Lineamenti: labbro superiore spesso più lungo dell´ inferiore.

  • Cranio: voluminoso, spesso con parte superiore a cupola, osso frontale prominente.
  • Denti: grossi, soprattutto gli incisivi, color avorio.
  • Articolazioni: tutte le giunture sono allentate, ginocchia storte e spesso piedi piatti.
  • Estremità: soggetto alto, gambe e braccia lunghe.
  • Dita: lunghe e sottili, larghe lunette sulle unghie.
  • Attitudine al comando ed a prendere decisioni.
  • Rilevanti qualità spirituali, intuizione, temperamento artistico e grande appetito sessuale.

La maggior parte degli individui è una combinazione dei tre tipi base, ma vi è un tipo predominante.

Articoli correlati

Seminario di 1° livello REIKI
· 2 min per leggere
Diritto Naturale e Diritto Civile
· 1 min per leggere
Calendario benessere 2022
· 1 min per leggere
Corso di risveglio
· 1 min per leggere
Dillo con i fiori
· 1 min per leggere